Bagno dopo ristrutturazione

Il bagno non è certo la stanza principale di un’abitazione, ma è una di quelle più utili, essendo adibita alla nostra igiene, alla giusta cura del nostro corpo. Trascorriamo diversi momenti della nostra giornata all’interno di un bagno, che per questo motivo deve sempre risultare comodo, funzionale, e anche gradevole a vedersi, in modo da farci sentire a nostro agio ogni volta che lo utilizziamo.

A volte può essere necessario ristrutturarlo, ma prima di farlo bisogna valutare la soluzione più adatta alle proprie esigenze, sia dal punto di vista estetico che dal punto di vista pratico, e quindi economico. Una delle prime domande da porsi è: quanto costa ristrutturare il bagno? Ne parliamo in questo articolo.

Le valutazioni da fare prima di una ristrutturazione

Se il vostro bagno ha bisogno di essere ristrutturato, a seconda del tipo di lavoro da intraprendere, la prima cosa da fare è valutare il proprio budget economico. Una volta stabilito quanto potete o volete spendere, confrontate i preventivi di svariate ditte e scegliete con attenzione anche i sanitari e le piastrelle.

Prima di ristrutturare, però, tenete in considerazione gli allacci dell’acqua e gli impianti, e se il vostro progetto comporta il cambiamento di superficie dovrete presentare la pratica di Comunicazione di Inizio Lavori Asseverata al Comune della vostra città. La Segnalazione Certificata di Inizio Attività va invece presentata nel caso in cui i lavori interessino parti strutturali: un tecnico specializzato avrà il compito di firmare per approvare il progetto. Terminati i lavori, occorrerà presentare all’Agenzia del Territorio una denuncia di variazione catastale.

I costi

I lavori di ristrutturazione di un bagno di solito prevedono lo smantellamento e in generale la demolizione del precedente bagno, con l’installazione del nuovo impianto elettrico e idraulico utilizzando i materiali dalla stessa ditta che si occupa dei lavori. Successivamente le piastrelle, le maioliche, la sistemazioni dei nuovi sanitari e gli opportuni collaudi, pittura e stuccatura dei muri. Al termine si effettua la dovuta pulizia e lo smaltimento di ogni materiale di scarto.

Veniamo dunque ai preventivi per ristrutturare il bagno in base alle sue dimensioni:

  • Circa 2600 euro per un bagno di 4 mq, quindi piccolo.
  • Circa 3100 euro per un bagno di dimensioni medie.
  • Circa 3600 euro per un bagno di 9 mq o più, insomma di grandi dimensioni.

Date un’occhiata a questo pagina www.fllikoci.it/ristrutturazione-bagno per vedere un esempio di bagni su cui è stata eseguita una ristrutturazione e farvi un’idea più precisa, specie se abitate nei pressi di Roma e Viterbo.

Sul prezzo finale incidono molto i sanitari e le piastrelle prescelte, a seconda della loro qualità. Un comune sanitario può costare in genere non più di 200 euro, ma un sanitario di design anche 1000.

Lo stesso discorso vale per le mattonelle: il costo di una mattonella di livello medio si aggira intorno ai 15 e i 20 euro al mq, se invece prediligete una mattonella di design il prezzo può salire anche fino a 140 euro al mq.

L’importante è non risparmiare mai sugli impianti, che devono garantire la massima efficienza e una lunga durata nel tempo.