Molte persone si chiedono se valga ancora la pena di installare delle persiane. Non è un caso del resto che il ricorso alle tapparelle sia ormai molto diffuso soltanto in alcune zone dell’Europa meridionale. Altrove si preferisce infatti installare delle tende a rullo o le cosiddette persiane esterne.

Eppure possiamo dire che, a prescindere dalle mode e dalle tendenze, questo elemento architettonico ha un suo perché: scopriamolo insieme.

Cos’è una persiana?

Iniziamo dall’ABC e vediamo di definire univocamente il concetto di persiana. Essa, nella sua variante classica almeno, è un insieme di bacchette orizzontali tenute insieme da parti metalliche e corde. Collocata all’interno dell’infisso, può essere avvolta dentro un cassone o abbassata del tutto sino a toccare terra. Un suggerimento? Sul sito www.infissilombardia.it potete vedere tutte le tipologie di persiane ad oggi disponibili sul mercato.

Grazie alle persiane quindi è possibile evitare che in una stanza entrino luce e calore in quantità eccessiva. La persiana, a differenza di altre soluzioni similari, consente di usufruire comunque del ricambio d’aria che si avrebbe lasciando l’infisso in parte aperto.

La funzione della persiana

Tutte le persiane, a prescindere dal loro design, hanno delle funzioni comuni. Innanzitutto esse devono essere capaci di isolare una stanza o un appartamento da luce e calore, questo lo abbiamo già detto. Ciò ha una certa importanza: una camera in cui batta costantemente il sole durante le ore più calde della giornata può risultare praticamente invivibile, soprattutto in piena estate.

Immaginiamo che questa camera sia la stanza da letto: il calore accumulato durante il dì resterà intrappolato tra le pareti anche la notte. Ciò avverrà praticamente tutti i giorni sino all’arrivo della stagione più fredda. Dormire in quella stanza sarà quindi impossibile, soprattutto se si vive in luoghi molto caldi. Perciò? E perciò non c’è via di fuga se non quella di accendere il condizionatore. Questo significa spendere del denaro, inquinare, contribuire a riscaldare ulteriormente le nostre città e quasi sicuramente alzarsi con un bel torcicollo. Vi abbiamo appena fornito la prima motivazione valida per pensare di installare delle persiane, magari proprio mentre provvederete a restaurare casa.

Non solo; immaginate di abitare in un condominio, in uno di quei posti in cui la finestra del dirimpettaio sia eccessivamente vicina alla vostra. Per quanto possiate mettere delle tende alle porte, sicuramente una tapparella vi potrà garantire una privacy maggiore.

Durante l’inverno poi le avvolgibili ostacoleranno il passaggio di aria fredda e di spifferi. In più esse, se scelte accuratamente, potranno fungere da deterrente all’azione dei topi d’appartamento e, perché no, valorizzare l’esterno e l’interno di una casa.

Tipologie e modelli di persiane

Sono davvero molte le varianti di avvolgibili presenti oggi sul mercato. Le più diffuse sono probabilmente le persiane plissettate, le classiche per capirci. Esse vengono avvolte in un cassone e si muovono seguendo dei binari tracciati in corrispondenza di porte e finestre.

C’è poi la persiana romana. In questo caso non abbiamo a che fare con un prodotto da installare dentro i binari dell’infisso, ma con qualcosa di molto più simile ad una tenda. Si tratta infatti di un insieme di bande colorate da appendere proprio sulla finestra e da regolare di volta in volta in base alle necessità del momento.

Molto simile è la tapparella giapponese che invece si compone di più pannelli. Essi, all’occorrenza, possono unirsi o sovrapporsi a piacere dell’utente. E la veneziana? Quest’ultima si avvale di strutture lamellari che di volta in volta verranno inclinate in relazione ai propri bisogni. Il grado di oscuramento raggiungibile va in questo caso dal medio al totale. La veneziana può essere concepita per aggiungersi alla finestra o addirittura per essere incassata nel vetro.

Ad onor del vero le varianti tra cui scegliere non sono di certo finite qui. Si tratta però di un argomento tanto vasto e spesso soggetto ad innovazioni. Per potersi creare un’idea precisa in tal senso sarà quindi necessario scrutare dal vivo tutti i modelli di tapparelle presenti in commercio.

Come scegliere le persiane

Avete visto quanti modelli tra cui scegliere? Magari sarete anche entrati un po’ in confusione. Bisognerà allora prendere una decisione basandosi su criteri estetici, ma anche funzionali. Sui primi è inutile mettere bocca: si tratta di un ambito troppo personale. Per quanto riguarda i secondi vorremmo darvi qualche dritta.

Iniziate scegliendo qualcosa che si adatti al contesto abitativo: una moderna veneziana stonerebbe un po’ in un palazzetto tardo ottocentesco. Assicuratevi quindi che il prodotto sia in grado di isolarvi a dovere dal mondo esterno e di resistere ad ogni tipo di intemperie.

Optate, se possibile, per varianti dotate di lamelle orientabili che vi assicurino una certa libertà d’azione. Occhio anche ai materiali: il legno è molto bello, ma richiede anche molte cure. Se non potete garantirgliele orientatevi sul PVC o sull’alluminio. Quest’ultima variante può essere trattata inserendo del poliuretano espanso che vi garantisca anche un buon isolamento acustico.


Foto by elvira torok on Unsplash.