Mobili in camera da letto

La camera da letto è il luogo di riposo per eccellenza, è qui che si trascorre gran parte della vita ed è qui che il confort e il relax devono avere la meglio. Non basta un letto comodo per ritrovare la carica al mattino, dormire in un ambiente gradevole e rilassante favorirà il riposo e una zona notte ben arredata sarà anche funzionale.

La grandezza della camera e la presenza o meno della zona armadio sono due importanti fattori da considerare nell’allestimento. Una camera di piccole proporzioni non va saturata, meglio acquistare prima i pezzi necessari, letto e armadio, e solo in seguito gli altri accessori per non ritrovarsi in un ambiente soffocante. Se invece l’area per l’armadio è altrove allora la camera da letto potrà avere più spazio per altri arredi e accessori.

Letto, armadio e parete funzionale

Il primo complemento di arredo da collocare è il letto. Il consiglio del Feng Shui raccomanda che sia orientato verso nord ove possibile. L’armadio rappresenta l’altro grande pezzo da sistemare in camera: esistono soluzioni personalizzabili e componibili in base agli spazi disponibili, armadio – contenitori creati su misura per seguire le linee della stanza, a tutta altezza, che seguono nicchie e rientranze per sfruttare al massimo la superficie a disposizione. Se al termine di queste operazioni resta nella stanza una parete libera, perfetta se lo è da porte o finestre, si può giocare con la propria fantasia per personalizzare e attrezzare quel lato. Poltroncina, comò classico, cassapanca a fondo letto, mensole, tappeti e lampade completano gli arredi.

Spazi piccoli e idee alternative

In molte abitazioni la camera da letto ha dimensioni standard nelle quali non è possibile trovare tante alternative per la sistemazione degli arredi: se la stanza è piccola meglio optare per una disposizione a muro di tutti gli elementi d’arredo magari prediligendo la scelta di inserire specchi che serviranno a dare un senso di ampiezza al vano.

Altra strategia per dare un tocco di vivacità alla zona notte è quella di utilizzare il classico comò non solo come cassettone contenitore nella sua parte interna ma di renderlo un elemento decorativo nell’angolo o nel posto in cui si trova. Una lampada, uno specchio, piccoli oggetti appoggiati sopra, una poltroncina o un tappetto accanto danno vita ad uno spazio raccolto e familiare.

Se lo spazio è poco ancora meglio sarà creare una zona notte non tradizionale. Ciò significa non riempire il posto con tutti i canonici pezzi di arredo ma scegliere soluzioni più dinamiche e removibili. Ad esempio al posto dei soliti comodini si può inserire un tavolino da un lato e una mensola dall’altra per dare movimento. Il letto privo di testiera sarà un altro punto di forza per la stanza: si invece a piccole mensole disposte in maniera asimmetrica dove appoggiare libri così come vanno preservate sempre eventuali nicchie esistenti nella struttura.

Il consiglio più prezioso è quello di armarci di fantasia e buon gusto e la zona notte sarà davvero da favola.